Saturday, December 05, 2020
Foodmania

Dieta del Supermetabolismo: cosa ne penso io?

Racconto la mia esperienza con la dieta che accelera il metabolismo

Il web è invaso da tipologie di diete tra le più disparate – da quella senza carboidrati a quella in cui si mangiano quasi solo banane! Tra le tante circa due anni fa mi è saltata all’occhio la Fast Metabolism Diet, conosciuta in Italia come Dieta del Supermetabolismo. Ideata dalla nutrizionista Haylie Pomroy, negli anni ha guadagnato molta fama tra chi cerca un modo per perdere peso velocemente. In particolare, la Pomroy promette a chi la segue di perdere fino a 10 kg in soli 28 giorni. 

Come funziona questa dieta? Il principio è abbastanza semplice, ovvero quello di abbassare il livello di stress psicofisico che è il primo responsabile della distribuzione viscerale del grasso corporeo. Per fare questo, la Pomroy ha diviso la dieta in 3 fasi, da seguire in maniera religiosa per assicurarsi la buona riuscita della dieta.

Fase 1 (lun- mar): è la fare caratterizzata da una presenza ponderante di carboidrati rispetto alle proteine, con una completa mancanza di grassi. Questa fase serve per aiutare il corpo a rilassarsi e a evitare l’accumulo di grasso nel tessuto adiposo, un passaggio che il corpo compie normalmente in vista di possibili carestie. Durante questi due giorni è consigliabile fare attività cardio.

Fase 2 (mer- gio): questa fase è l’incubo di chiunque abbia mai seguito questa dieta. Si potranno assumere solamente proteine e verdure, eliminando carboidrati e grassi. Questo perché l’organismo – dopo la prima fase di rilassamento – è pronto al consumo ottimale dei grassi, per questo bisogna evitare di introdurne altri nel nostro organismo. In questa fase si raccomanda un’attività fisica incentrata sullo sviluppo della forza muscolare. 

Fase 3 (ven- dom): dopo giorni di carestia finalmente possiamo reintrodurre i carboidrati e anche i grassi! Questa fase è quella in cui avviene la riattivazione del metabolismo e si consigliano attività fisiche “tranquille” come lo yoga o il pilates. 

Detta così sembra semplice, in realtà ci sono altre regole da seguire per quanto riguarda cosa si può mangiare – per esempio nella fase 2 niente pomodori anche se si tratta di verdura, oppure non si possono in assoluto mangiare pane e pasta di grano. Anche per le quantità la Pomroy attribuisce pesi e misure diverse in base a quanti kg si hanno da perdere, le informazioni complete le trovate sul suo libroLa Dieta del Supermetabolismo“. 

Ho provato personalmente questa dieta per 3 volta nel giro di circa un anno e mezzo, generalmente posso dire di consigliare questa dieta a chi sente il bisogno di dare un’accelerata al suo metabolismo prima di passare ad una dieta mediterranea. Ovviamente la cosa migliore da fare è chiedere al proprio medico e farsi consigliare da un dietologo o nutrizionista. 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back To Top